La Sagra della Primavera Paura e Delirio a Las Vegas

Cristina Rizzo/CAB008

Concept, coreografia, elaborazione sonora Cristina Rizzo
Danza Cristina Rizzo
Musica Igor Fedorovic Stravinskij

Cristina Rizzo

“Quando il movimento diventa delirio del corpo, ha sulla realtà lo stesso effetto distorsivo, la rende un immaginario malleabile, un territorio che non ha profondità ma solo superfici e che esiste solo nel tempo condiviso di ‘un adesso’. The time of dance is now.”

Nel centenario della Sagra della Primavera di Stravinskji, che nell’esecuzione di Nijinsky cambiò per sempre lo spirito della danza, si sceglie di approfondire e toccare l’aspetto immaginifico della famosa partitura musicale, grazie anche ad uno spiazzamento percettivo tra il visivo e il sonoro. La pièce, in forma di solo, si articola attraverso una sorprendente ed intensa coreografia che amplifica la congiunzione inattesa tra suono, estensioni dinamiche e oscillazioni del senso, sfidando così l’abituale suggestione passiva dello spettatore. La domanda è: di quale visione è fatto il suono che ascoltiamo, di quali suoni è costituita la nostra visione?

Ravenna > Artificerie Almagià > 31 gennaio 2014 > 21.00

Nessun commento

Commenta questo articolo!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>